PREMIERE | Mercedes Benz EQC – L’elettrico Made in Europe

Il 4 settembre 2018 è stato un giorno molto importante per il futuro del mercato europeo delle autovetture: Mercedes ha finalmente svelato la EQC, portabandiera del “full electric” nel vecchio continente! Inizia il percorso che porterà i grandi costruttori tedeschi (e si spera anche italiani) a combattere Tesla. E… Si parte da una SUV!

Proprio così, la nuova Mercedes EQC ha su per giù le dimensioni della GLC, ma non preoccupatevi, è impossibile che le confondiate! La nuova EQC porta design e soluzioni inedite per la casa di Stoccarda, a partire dalla calandra anteriore che si rinnova e introduce sotto di sé un elemento estetico di colore nero (Black Panel) collegante i due gruppi ottici (MULTIBEAM LED), e parallelamente, sopra la mascherina del radiatore, svolgono la stessa funzione di collegamento le fibre ottiche, che di notte creano una firma luminosa inequivocabile… un monosopracciglio praticamente! Anche al posteriore Mercedes riprende un po’ lo stilema delle ultime Audi e di Porsche Panamera e Cayenne con un gruppo ottico a tutta larghezza che abbraccia il portellone (500 i litri di capacità circa). Tutto attorno, sono numerosi gli accenti di tonalità azzurro elettrico su sfondo nero, a contrasto, che evidenziano i badge EQ e sottolineano l’anima elettrica di questa nuova SUV per famiglie ecologiche.

L’esperienza passata con le vetture elettriche ci ha insegnato che EV non significa per forza “noia”, e questa EQC ce lo conferma: sono ben 300 i kW di potenza espressi dai due motori elettrici (uno sull’asse anteriore, ottimizzato per la massima efficienza in condizioni di medio/basso carico, e uno sul posteriore, che determina la dinamica; ciò fornisce virtualmente alla EQC una trazione integrale), e 765 i Nm di coppia massima, disponibili praticamente sempre. Se non doveste avere voglia di convertire i kW in CV, ci aiuto io: 300 kW = 408 CV! La batteria è da 80 kWh, e Mercedes dichiara che sono sufficienti circa 40 minuti per passare da un livello di carica del 10% fino ad un sostanzioso 80%. Ovviamente tutto dipende dalla colonnina di ricarica e dalla rete elettrica di casa.

Avete presente la nuova Classe A con il suo innovativo sistema di intrattenimento di bordo “MBUX”? Mercedes ha adattato il software alla EQC introducendo schermate specifiche EQ che vi permetteranno di visualizzare e tenere sotto controllo i consumi di energia e la relativa autonomia del veicolo, nonché di individuare le stazioni di ricarica sulla mappa. Ansiosi di rimanere con le batteria a secco? Nessun problema, il sistema di navigazione MBUX terrà automaticamente conto delle migliori soluzioni di percorso per minimizzare il dispendio di energia elettrica!

Gli interni non possono che essere di gran pregio, con sedili confortevoli e finiture inedite ispirate ovviamente al nuovo linguaggio di stile introdotto da Mercedes proprio sulla Classe A, con il cruscotto che non ha più la palpebra a coprire i due enormi schermi (uno per la strumentazione e uno, centrale, per l’infotainment). Insomma, inserti a non finire, pelle in abbondanza, tecnologia che di più di così avanza… Cosa manca?

Il sound di un V8 AMG forse, ma questo è il silenzio assordante del futuro, e volenti o nolenti dovremo accettarlo.

, , ,

About Stefano Colleoni

23 anni, studente di Ingegneria Meccanica con la passione per tutto ciò che ha delle ruote e un motore! View all posts by Stefano Colleoni →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *